Come noto l’Italia, insieme ad altri 27 stati, è parte dell’Unione Europea e contribuisce alla sua crescita economica e politica.

È infatti dovere dei paesi che ne fanno parte, contribuire alla diffusione dei valori propri dell’Unione, nonché garantirne il rispetto sul territorio nazionale, dando concreta attuazione alle politiche europee.

Cos’è l’Unione Europea?

L’UE è un’unione economica e politica fra Stati. Nata originariamente come unione di nazioni dal carattere esclusivamente economico, finalizzata al raggiungimento di obiettivi di produzione, commercio e libera diffusione delle merci, tale organismo ha assunto nel corso degli anni un profilo sempre più esteso, tanto da ricomprendere la tutela di valori universali.

Da quali organi è composta l’Unione Europea?

La diffusione dei suddetti valori è affidata, oltre che ai singoli stati attraverso le politiche messe in atto a livello nazionale, a specifici organi istituzionali aventi natura differente.

Ed infatti all’interno dell’Unione coesistono organi istituzionali di carattere legislativo, economico, amministrativo e giudiziario, rispecchiando la suddivisione dei poteri tipica di ogni democrazia.

Sulla base di tale classificazione, si distinguono i seguenti organi:

  • Il Parlamento Europeo
  • Il Consiglio dell’Unione Europea
  • La Commissione Europea
  • La Corte di Giustizia Europea
  • La Corte dei Conti Europea
  • La Banca Centrale Europea

Il Parlamento Europeo

Il Parlamento Europeo è l’organo legislativo dell’Unione Europea, composto da membri eletti dai cittadini dell’Unione Europea ogni 5 anni.

Assume un ruolo fondamentale nel processo di diffusione degli obiettivi comunitari attraverso lo svolgimento di tre differenti funzioni:

  1. legislativa, formulando e adottando le leggi dell’Unione;
  2. di supervisione, svolgendo un controllo democratico su tutte le istituzioni dell’Unione;
  3. economica, elaborando annualmente il bilancio dell’Unione.

Il Consiglio dell’Unione Europea

Da non confondere con il Consiglio Europeo (ovvero dalla riunione trimestrale in cui si incontrano i leader dei paesi dell’Unione Europea al fine di definire priorità ed obiettivi dell’Unione), il Consiglio dell’Unione Europea è composto dai ministri dei governi di ciascun paese, che integrano, modificano e adottano gli atti normativi dell’Ue.

I compiti del Consiglio dell’Unione Europea sono:

  1. Adottare le leggi dell’Ue, in coordinamento con il Parlamento Europeo e su proposta della Commissione Europea;
  2. Coordinare le politiche degli stati membri;
  3. sottoscrivere accordi con paesi extraeuropei o organizzazioni internazionali;
  4. approvare il bilancio annuale dell’Unione di concerto con il Parlamento.

Di cosa si occupa la Commissione Europea?

Trattasi di un organo politicamente indipendente, il cui compito principale è quello di incentivare le politiche dell’Unione attraverso nuove proposte legislative.

È un organo di impulso, che, oltre a presentare nuove proposte legislative si occupa di:

  1. stabilire le priorità di spesa dell’Unione e ripartire i finanziamenti;
  2. redigere i bilanci da sottoporre a Parlamento e Consiglio;
  3. assicurare il rispetto della legislazione UE;
  4. rappresentare l’Unione.

La Corte di Giustizia Europea

La Corte di Giustizia ha il fondamentale ruolo di interpretare e garantire il rispetto del diritto dell’UE.

Garantisce infatti che il diritto dell’Unione sia applicato uniformemente tra gli stati membri anche dirimendo le controversie giuridiche che sorgono tra governi nazionali ed istituzioni dell’UE.

Inoltre, il suo intervento può essere attivato anche su istanza di un singolo cittadino, ovvero da imprese o organizzazioni allo scopo di verificare la lesione di diritti dell’Unione.

Cos’è la Corte dei Conti Europea?

È un’istituzione che funge da organo di controllo, vigilando sul corretto utilizzo dei fondi dell’Unione.

Attua una revisione contabile delle entrate e delle uscite dell’Unione, per controllare che le risorse dell’Unione vengano utilizzate in maniera ottimale, senza sprechi e soprattutto che siano destinate agli scopi per cui sono state erogate.

La Banca Centrale Europea

Infine, la Banca Centrale Europea è l’istituzione dal carattere economico dell’Unione, a cui è affidato il compito di gestire la moneta unica europea (Euro), definendo ed attuando la politica economica dell’Unione.

La principale responsabilità della Banca Centrale è quella di mantenere la stabilità dei prezzi in tutto il territorio dell’Unione, favorendo la crescita e lo sviluppo economico dei suoi membri.

Studio Legale Salata

Italiano