I VANTAGGI DELLE RETI DI IMPRESA

Le reti di impresa sono validi strumenti che consentono di sviluppare la reciproca capacità innovativa e la competitività sul mercato delle imprese. Operano attraverso forme di aggregazione di imprenditori intorno ad un progetto comune. Consentendo la creazione di sinergie, la stabilizzazione e/o la trasformazione di reti già esistenti, siamo in grado di gestire situazioni di crisi massimizzando i profitti.

COSA SONO LE RETI DI IMPRESA?

Con il contratto di rete più imprenditori perseguono lo scopo di accrescere, individualmente e collettivamente, la propria capacità innovativa e la propria competitività sul mercato. Il fine viene perseguito obbligandosi, sulla base di un programma comune di rete, a collaborare in forme e in ambiti predeterminati, attinenti all’esercizio delle proprie imprese, scambiando informazioni o prestazioni di natura industriale, commerciale, tecnica o tecnologica. La Rete di Imprese consente di esercitare in comune una o più attività. Il contratto può anche prevedere l’istituzione di un fondo patrimoniale comune e la nomina di un organo comune incaricato di gestire, in nome e per conto dei partecipanti, l’esecuzione del contratto o di singole parti o fasi dello stesso.

COME SI COSTITUISCONO LE RETI DI IMPRESA?

Il contratto di rete di impresa deve essere redatto per atto pubblico o scrittura privata autenticata e deve contenere:

  • il nome, la ditta, la ragione o denominazione sociale dei contraenti (sia dei contraenti originari sia di coloro che sottoscrivono per adesione successiva);
  • gli obiettivi strategici di innovazione e di accrescimento della competitività dei partecipanti e le modalità concordate per il raggiungimento dello scopo comune;
  • la definizione di un programma di rete con l’indicazione dei diritti e degli obblighi;
  • la durata;
  • le modalità di adesione degli altri imprenditori;
  • le regole per l’assunzione delle decisioni dei partecipanti;
  • le cause facoltative di recesso anticipato e le condizioni per l’esercizio del relativo diritto.

Se si prevede l’istituzione di un fondo patrimoniale comune, il contratto di rete deve contenere l’indicazione dei criteri di valutazione dei conferimenti che ciascun partecipante si obbliga a versare e le regole di gestione.

Se si prevede la nomina di un organo comune incaricato di gestire in nome e per conto dei contraenti l’esecuzione del contratto o di singole parti di esso, il contratto deve contenere l’indicazione del nome, ditta, ragione sociale o la denominazione del soggetto prescelto per svolgere l’ufficio.

QUALI SONO I VANTAGGI DELLE RETI D’IMPRESA?

Il contratto di rete attribuisce numerosi vantaggi alle imprese, tra cui:

  • l’abbattimento dei costi destinati alle risorse umane;
  • la possibilità di aumentare l’efficienza produttiva sia come gruppo che come singola impresa, con abbattimento dei costi e dei tempi di produzione, garantendo al contempo l’autonomia gestionale ed organizzativa di ciascuna attività;
  • La possibilità di fruire di importanti incentivi fiscali.(cfr. https://www.studiosalata.eu/contratto-di-rete;
  • l’incremento del potere negoziale dei contraenti;
  • la facilitazione di ingresso nei mercati internazionali;
  • il miglioramento del rating delle imprese in rete.

Per approfondire l’argomento consigliamo la lettura dei seguenti contributi:

IL CONTRATTO DI RETE

Se vuoi migliorare le prestazione della tua azienda non esitare a contattarci per una valutaizone preliminare gratuita.

Studio Legale Salata

#DallaParteDelleImprese

Italiano