Top
blog immagine

Il Codice Disciplinare

Cos’è il Codice Disciplinare?

Il Codice disciplinare è costituito dall’insieme di norme disciplinari previste dalla contrattazione collettiva nazionale e/o aziendale e/o unilateralmente dal datore di lavoro (in questo caso si parla di Regolamento disciplinare interno).

Il Codice Disciplinare ha un contenuto minimo essenziale che comprende:

  • Le previsioni legislative in materia;
  • Gli articoli del contratto collettivo relativi alle violazioni e sanzioni disciplinari.

E’ necessario che il Codice Disciplinare descriva chiaramente i comportamenti che danno luogo all’applicazione di sanzioni disciplinari e le corrispondenti sanzioni.

L’infrazione di una fattispecie analiticamente prevista dal Codice Disciplinare impedisce al Giudice di sostituire le propri valutazioni a quelle dell’autonomia privata. Per contro, un Codice Disciplinare troppo generico o che non chiarisce le infrazioni e le relative sanzioni correlate, rende nulli i futuri provvedimenti disciplinari eventualmente irrogati.  Per tale motivo è altamente sconsigliato il “fai da te”  eseguito mediante modelli rinvenuti in rete.  E’ necessario che un professionista studi l’azienda e rediga un Codice Disciplinare dedicato.

Affissione del Codice Disciplinare.

Il Codice Disciplinare deve essere portato a conoscenza dei lavoratori subordinati mediante affissione in un luogo accessibile a tutti. Oltre al Codice Disciplinare è suggeribile affiggere anche lo stralcio di Contratto Collettivo che le Contiene e da cui sono tratte.

Si parla di “Affissione” perché tale deve essere la modalità con cui si porta il Codice Disciplinare a conoscenza dei lavoratori. Infatti l’Affissione non può avvenire con mezzi di comunicazione equipollenti.  La giurisprudenza oggi dominante esclude forme di comunicazione destinate ai singoli lavoratori, l’affissione presso albi pretori, avvisi che rimandano alla possibilità di consultare il Codice di Disciplinare e ed il Contratto Collettivo di riferimento.  E’ chiaramente necessario che il locale ove rimane affisso il Codice Disciplinare sia accessibile a tutto il personale ed in maniera permanente.

Altrettanto chiaro è che l’Affissione debba essere in atto al momento della commissione dell’infrazione.

In mancanza di valida Affissione il, datore di lavoro non può sanzionare i comportamento del lavoratore. In tale ipotesi la sanzione eventualmente irrogata sarebbe nulla.  Solo nel caso in cui il comportamento posto in essere dal lavoratore sia contrario al c.d. “minimo etico” oppure a norme di rilevanza penale, allora non è necessaria la preventiva affissione del Codice Disciplinare.

Come si determinano le infrazioni disciplinari?

La determinazione delle infrazioni deve avvenire in fase di contrattazione collettiva, in forma chiara e schematica ma non necessariamente analitica ed esaustiva. I comportamenti vietati debbono essere identificati unicamente con riguardo ai loro tratti essenziali. L’importante è evitare che la condotta del lavoratore sia punibile in base a scelte arbitrarie del datore di lavoro. La discrezionalità datoriale deve essere limitata alla decisione di attuare o meno la sanzione o di adattarla al caso concreto.

Quali sono gli obblighi che un Codice Disciplinare deve tendere a sanzionare?

OBBLIGO DI DILIGENZA:

  • Mancata o irregolare esecuzione della prestazione lavorativa richiesta;
  • Ritardi ed assenza ingiustificate;
  • Danneggiamento ;
  • Comportamenti vietati durante la malattia;

OBBLIGO DI OBBEDIENZA:

  • Comportamenti turbativi dell’organizzazione aziendale;
  • Insubordinazione;
  • Violazione delle norme igieniche;
  • Violazione delle norme di scurezza;

OBBLIGO DI FEDELTA’:

  • Concorrenza con il datore di lavoro;
  • Violazione del segreto professionale /industriale;

Sia chiaro che l’elenco dei comportamenti sanzionabili contenuti nel Codice Disciplinare non preclude la sanzionabilità di altri fatti, specie se penalmente rilevanti.

Lo Studio Legale Salata offre consulenza alle azienda in materia di diritto del lavoro. Un aspetto che gli imprenditori spesso sottovalutano è proprio quello della redazione di un valido Codice Disciplinare. Contattaci per una consulenza preliminare gratuita: prevenire è meglio che curare!

Studio Legale Salata

Contattaci per una consulenza preliminare gratuita

Articoli correlati

Estratto Circolare INAIL n. 13 del 3.4.2020 Tutela infortunistica INAIL nei casi coronavirus in occasione di lavoro. L’articolo 42, comma 2, del D. L. 17 marzo 2020 stabilisce che nei […]

Il contratto di rete è uno strumento giuridico che consente alle piccole e medie imprese di accrescere la propria attività produttiva attraverso l’instaurazione di una collaborazione organizzata e duratura, garantendo […]

Salario e TFR Ogni lavoratore subordinato ha diritto di ricevere il giusto compenso per le prestazioni rese in favore del datore di lavoro. Ha diritto di ricevere la liquidazione del […]